I Webinar gratuiti

 

AED propone anche quest’anno numerosi webinar gratuiti per dare alle persone interessate spunti sul metodo AED® e sulle tematiche formative inerenti alla attività dell’associazione.

Nella tabella sono indicati i periodi di fruizione dei webinar e le modalità di iscrizione.

Per seguire il webinar è necessario inviare – entro la data indicata  – una mail all’indirizzo: info@disgrafie.eu , specificando il proprio Nome, Cognome e Professione. Le modalità di accesso alla piattaforma verranno comunicate direttamente agli iscritti.

 

La costruzione del Piano Didattico Personalizzato per studenti con DSA

relatrice: C. Elefante

Visibile sulla piattaforma Moodle dal 22 al 26 settembre 2021. Iscrizione entro il 16 settembre

Presentazione: Lo studente con diagnosi di DSA ha diritto a fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi, di flessibilità didattica, nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli studi universitari. Tali disposizioni vengono indicate nel PDP che costituisce un accordo condiviso fra docenti, istituzioni scolastiche, istituzioni socio-sanitarie e famiglia.

Si tratta di un progetto educativo e didattico personalizzato, commisurato alle potenzialità dell’alunno che definisce tutte le strategie e i supporti per la piena realizzazione del successo scolastico degli alunni con DSA. Tale documento, pertanto, deve essere predisposto dai docenti entro il primo trimestre dell’anno scolastico e, in quanto documento flessibile e dinamico, può essere aggiornato in corso d’anno. I genitori del bambino hanno diritto ad approvare il piano didattico personalizzato del proprio figlio.

 

La narrazione nella scuola dell’infanzia come processo di facilitazione del sapere

relatrice: M. Giacomelli

Visibile sulla piattaforma Moodle dal 18 al 22 ottobre 2021. Iscrizione entro il 10 ottobre

Presentazione: Narrare e leggere fa bene… Farlo ad alta voce, che sia in una sezione di scuola dell’infanzia, in una classe di scuola primaria, sul pullman della gita o seduti sui cuscini nel cortile della scuola, fa ancora meglio. La narrazione è uno dei dispositivi metodologici che caratterizza la scuola dell’infanzia.

Comprendere un testo è un compito difficile: varie ricerche hanno dimostrato che per comprendere testi di parole (scritte o orali) o immagini occorre attivare alcune operazioni cognitive comuni e quindi si è vista

l’effettiva possibilità di migliorare la comprensione del testo verbale, dalla scuola primaria in poi, partendo già, in età prescolare, a lavorare sulla narrazione, attraverso percorsi specifici di lettura e discussione.

 

Le mani che vedono … l’invisibile agli occhi – Un approccio multimediale sulla disabilità visiva

relatrice: E. Brunelli

Visibile sulla piattaforma Moodle dal 20 al 23 febbraio 2022. Iscrizione entro il 13 febbraio

Presentazione: Nel webinar si introduce l’importanza dell’approccio multisensoriale inteso come “strumento di crescita” a disposizione del bambino alla scoperta delle proprie capacità e abilità. A maggior ragione se l’approccio alla crescita avviene in una situazione di disabilità la stimolazione multisensoriale aiuta a trasformare le manine del bambino da semplici organi di tatto in veri strumenti di conoscenza del mondo. L’approccio multisensoriale è quindi un approccio alla vita.

 

La relazione di aiuto e la motivazione dell’apprendimento

relatrice: S. Cupaiolo

Visibile sulla piattaforma Moodle dal 12 al 15 marzo 2022. Iscrizione entro il 5 marzo

Presentazione: L’individuo è un sistema aperto  e quindi inserito in un gruppo e in un contesto.

Può dunque essere influenzato da fattori esterni che possono alterare il suo equilibrio e dar luogo a processi di sviluppo. Ed è in questa direzione che deve porsi l’educazione ponendosi come attivatrice e orientatrice di processi di conoscenza ad ampia partecipazione cognitiva del soggetto stesso come protagonista nella costruzione del sapere. Dopo una breve introduzione sulle dinamiche dei processi formativi, il corso si centrerà dunque sulla definizione e caratteristiche della relazione d’aiuto in educazione, per poi affrontare il difficile compito di individuare le strategie più adatte al raggiungimento dell’obiettivo all’interno di processi formativi intenzionali.

 

L’importanza della metafonologia nella scuola dell’infanzia

relatrice: C. Lubes

Visibile sulla piattaforma Moodle dal 28 al 31 maggio 2022. Iscrizione entro il 20 maggio

Presentazione: Tra i prerequisiti dell’apprendimento scolastico, ovvero quell’insieme di abilità che facilitano l’avvio della letto-scrittura e favoriscono un positivo inizio della scolarizzazione, troviamo le competenze metafonologiche, ossia le abilità di “percepire e riconoscere per via uditiva i fonemi (suoni) che compongono le parole del linguaggio parlato, operando adeguate trasformazioni con gli stessi” (Bortolini, 1995). Si riferiscono quindi alla capacità di analizzare e manipolare i suoni che costituiscono le parole.

Le abilità metafonologiche si distinguono in consapevolezza fonologica globale (si basa sull’unità minima sillabica) e analitica (si basa sull’unità minima fonemica). Si proporranno attività di potenziamento nella scuola primaria.

 

Competenze pragmatiche

relatrici: L. Ferlito – P. Mertoli

Visibile sulla piattaforma Moodle dal 22 al 25 ottobre 2022. Iscrizione entro il 15 ottobre

Presentazione: Il sistema linguistico è formato da componenti che interagiscono tra di loro, ma allo stesso tempo indipendenti: fonologia, morfologia, sintassi, semantica, pragmatica.

Il corso si occupa della pragmatica, come disciplina che studia l’uso contestuale della lingua in relazione all’interpretazione dei significati. Bisogna, a tal proposito, fare una distinzione tra il significato dell’enunciato, inteso come significato letterale, e intenzione del parlante, inteso come il concetto che il parlante tenta di trasmettere.

È importante avere ed utilizzare le competenze pragmatiche in maniera funzionale, affinché si possano comprendere e utilizzare metafore e modi di dire, senza fraintendimenti che creano distacco tra il parlante con difficoltà pragmatiche e il suo interlocutore.

 

Un compagno speciale. Bambini autistici in classe

relatrici: L. Ferlito – P. Mertoli

Visibile sulla piattaforma Moodle dal 19 al 22 novembre 2022. Iscrizione entro l’11 novembre

Presentazione: La maggior parte degli autori afferma che la comprensione verbale precede l’espressione, cioè il bambino comprende il linguaggio molto prima di usarlo.

La comprensione di una frase presuppone l’attivazione di più livelli linguistici: semantico lessicale, morfosintattico e pragmatico.
Il processo dell’informazione linguistica è strettamente influenzato dall’analisi del contesto e dall’utilizzo delle proprie risorse cognitive. Dopo un’attenta valutazione delle diverse componenti sintattiche deve seguire la progettazione di un adeguato intervento terapeutico atto a potenziare le strutture deficitari. Si proporranno strategie per un intervento efficace